la canapa sativa, indica e ruderalis

La Canapa

La Canapa è una delle prime colture praticate dall’umanità.

La Canapa è comunemente nota come: Ganja, Erba, Pot, Kif, Dianga, Pungo, Macumba, Hemp, Grass, Mariguango, Weed, Marijuana (vocabolo di origine spagnola).

Scavi archeologici su siti preistorici mostrano che la canapa ha mantenuto una lunga ed illustre relazione con gli umani.

Prove dell’uso di Canapa sono state trovate nella Germania Medievale, dov’era apprezzata come farmaco. La Canapa è stata un fenomeno globale per cosi tanto tempo, che bisogna spostare la lancetta dell’orologio indietro di più di dodicimila anni per trovarla nella sua terra natale nelle steppe dell’Asia Centrale.

In natura, della Canapa, ne esistono tre sottospecie:

Sativa (KC Dora, Kompolti, Finola);

Indica;

Ruderalis.

Che si distinguono per fenologia e componenti chimici.

La Canapa Sativa sono originarie dei paesi tropicali. Sono presenti in Messico, Colombia, Thailandia, India e nell’Africa Centrale.

Le Sativa possono diventare molto alte raggiungendo addirittura i 5 metri di altezza. La fase vegetativa inizia in primavera e si conclude con la fioritura in autunno. Le foglie possono crescere fino a diventare più grandi di un piatto da tavola con tredici punte fitte e poco profonde.

La Canapa Indica provengono da una zona remota dell’Himalaya chiamata Hindu Kush.  Sono resistenti, robuste e molto tolleranti al freddo e alla siccità. Spesso raggiungono il metro e mezzo con la classica cina centrale da indica che distingue questa varietà.

La Canapa Ruderalis è l’ultima delle varietà di canapa scoperta nel 1942, lungo le steppe siberiane, la sua caratteristica principale è l’auto fioritura. Ciò significa che, mentre la Indica e la Sativa sono foto periodiche cioè fioriscono al calare delle ore diurne, le Ruderalis non risentono del fotoperiodo e cominciano a fiorire dopo un periodo vegetativo determinato.

Le Ruderalis sono di piccola taglia, spesso prendono la forma di un tozzo cespuglietto e i loro fiori sono ricchi di Cannabidiolo (CBD).