cbd e thc

CBD e THC

THC e CBD vediamo insieme le differenze:

Il CBD, cosi come il THC, fanno parte della famiglia dei circa 40 cannabinoidi presenti nella canapa. A differenza del Cannabidiolo (CBD), il THC è un composto psicoattivo. I suoi possibili effetti sono: un senso di relax, l’aumento della sensibilità e naturalmente l’inevitabile fame.

Inoltre è un officinale per quanto riguarda una serie di sintomi, fra cui: dolore da lieve a moderato, insonnia, depressione, nausea e perdita di appetito, solo per citarne alcuni. Per alcuni però il THC può rivelarsi fonte di ansia e paranoia, spesso in relazione alla sensazione di rallentamento dello scorrere del tempo, che naturalmente non corrisponde a realtà.

Il CBD è considerato un cannabinoide non psicoattivo, sebbene possa sembrare che abbia alcuni effetti psicoattivi. Ha un effetto sedativo e grazie al fatto che allevia vari dolori e sintomi, la maggior parte di coloro che ne fanno uso lo
ricerca per questo. I suoi usi officinali superano quelli di qualsiasi altro cannabinoide noto, fra cui: la riduzione o la prevenzione d’infiammazione, nausea, diabete,  PTSD, schizofrenia, artrite reumatoide, epilessia, patologie cardiovascolari, antipsicotico, ansiolitico e antidolorifico per gli spasmi muscolari o i dolori neuropatici. Questi ultimi, tradizionalmente più difficili da curare con qualsiasi rimedio medico e anche farmaceutico.
Secondo alcune fonti non ufficiali sembra che il CBD abbia effetto positivo contro il tabagismo.

Nel mondo di oggi la cultura della cannabis è in rapida crescita grazie alle recenti ricerche scientifiche.
S’inizia a condurre test scientifici all’avanguardia in tutto il mondo. Stiamo imparando che ci sono molte altre cose da scoprire a livello di contenuto di questa magica pianta.

Una delle maggiori scoperte della ricerca moderna è stato il Cannabidiolo, abbreviato CBD.